Gemellaggio

web page development software
Mobirise

La pergamena, a lato, attesa il gemellaggio fra il teatro Il Sistina di Roma e il teatro San Rocco di Seregno. Un avvenimento che si è svolto al teatro San Rocco, sabato 15 maggio 2010, in occasione della terza edizione del premio “Garinei&Giovannini”,organizzato dalla compagnia San Giovanni Bosco del Ceredo in collaborazione con il San Rocco, assegnato al teatro Pedretti di Cesano Maderno, per l’impegno verso il teatro amatoriale, mentre il premio all’attore professionista era stato attribuito a Massimo Del Rio. Una cerimonia avvenuta alla presenza di monsignor Silvano Motta, massima autorità responsabile del San Rocco, don Sergio Dell’Orto, vicario della parrocchia del Ceredo, Giacinto Mariani, sindaco, Attilio Gavazzi, vice sindaco, Luca Santambrogio, assessore alla cultura del comune di Meda, e alle memorie storiche del teatro Sistina di Roma: l’attore Enzo Garinei, fratello di Pietro Garinei celebre,raffinato e inimitabile regista; Stefanella Giovannini, figlia di Sandro Giovannini, già attrice; Massimo Del Rio, attore e aiuto regista di Pietro Garinei; Tania Piattella, la “Clementina più amata” nel 1990 a fianco di Johnny Dorelli in “Aggiungi un posto a tavola” e Franca Garofolini, storica segretaria del teatro Il Sistina di Roma. Nel corso della manifestazione la compagnia San Giovanni Bosco-Ceredo, riproponeva alcune tra le migliori scene della commedia musicale “Vacanze romane”, uno spettacolo che era andato in scena in prima assoluta al teatro San Rocco nel dicembre 2009, raccogliendo entusiastici e ammirati consensi, sia per la bravura degli interpreti che per le pregevoli scenografie.


Un gemellaggio maturato da una proposta formulata dal seregnese Giorgio Trabattoni, fondatore della compagnia San Giovanni Bosco Ceredo all’amico Pietro Garinei quand’era in vita e concretizzatasi solo qualche anno dopo la sua scomparsa con il benestare dell’avvocato Silvano Menenti, presidente del consiglio di amministrazione “Il Sistina”, espresso nel marzo 2010. Due i motivi a che hanno portato al manifestarsi del gemellaggio: le numerose commedie musicali firmate dalla premiata ditta “G&G” (Garinei&Giovanni) presenti nelle prime trentotto stagioni del San Rocco, ma molto ha inciso anche i diciassette anni passati dai componenti della “San Giovanni Bosco” a mettere in scena gli spettacoli targati “G&G”, che ha reso la direzione de Il Sistina partecipe della loro passione e impegno.



da sinistra:
Giorgio Trabattoni
 (compagnia San Giovanni Bosco),
Paolo Volonterio
( teatro San Rocco),
Enzo Garinei
(attore, fratello di Pietro),
Stefanella Giovannini
 (già attrice, figlia di Sandro Giovannini)